Raised: 56.251€ /75.000€

Maternità protetta

A partire dal 2009 abbiamo dato avvio al progetto “Maternità protetta”, ancora in corso di realizzazione, che prevede la costruzione di una “cintura” di punti nascita attorno alla città di Markala dove è presente l’unico ospedale del comprensorio.

Fino ad oggi abbiamo realizzato 3 punti nascita.

Sono collocati presso i villaggi di Diamouna, Dougouba e Tlabougou, rispettivamente a 18, 15 e 12 chilometri da Markala.
Prima del nostro intervento le donne dei villaggi partorivano sole o assistite dai genitori o da levatrici tradizionali che esercitavano in condizioni d’igiene deplorevoli e che non avevano la formazione necessaria per intervenire in caso di complicazioni. Da qui le altissime percentuali di mortalità neonatale e materna.
Le donne affrontano spesso la gravidanza, indebolite da carenze alimentari, mancanza di vaccinazioni, diffusione di malattie come malaria e malattie a trasmissione sessuale. Inoltre, capita molto frequentemente che le strutture ospedaliere siano raggiungibili con grande difficoltà (di norma a piedi o a dorso di asino).

Il nostro intervento ha contribuito a ridurre il numero dei decessi materni e neonatali

Abbiamo agito su diversi livelli: prima e durante la gravidanza, durante e dopo il parto.
Le nostre strutture servono a ovviare alla carenza di condizioni igieniche e, grazie alla presenza di levatrici formate presso l’ospedale di Markala, garantire un’assistenza qualificata a madri e neonati.
Per garantire a un massimo di donne l’accesso al servizio, il progetto si è sviluppato in varie fasi:

  • è stato coinvolto il Centro di salute comunitario di Markala che è il referente del sistema sanitario nazionale;
  • è stato costituito un Comitato di gestione composto da rappresentanti del Ce.s.com. e da uomini e donne del villaggio. Il Comitato ha anche il compito di gestire le campagne di sensibilizzazione delle donne sui rischi della gravidanza e sull’importanza di farsi seguire nella maternità;
  • sono state messe a disposizione tecniche, strumenti e personale necessari alla gestione della maternità;
  • è stata costruita una farmacia annessa alla maternità. La farmacia riceve annualmente una dotazione iniziale di farmaci che vengono distribuiti in maniera gratuita agli allievi delle scuole, mentre al resto degli abitanti del villaggio viene richiesto un contributo economico necessario a garantire l’auto approvvigionamento per il resto dell’anno e una parte del salario per il mantenimento delle levatrici e del farmacista.

Nel 2010 ha iniziato ad operare la maternità di Diamouna dove nascono una media di 60 bambini l’anno. La struttura funge anche da centro di referenza per  le vaccinazioni di altri 6 villaggi limitrofi.
Dalla fine 2011 anche la maternità di Dougouba è entrata a regime. Nella struttura nascono una media di 75 bambini l’anno. La struttura funge anche da centro di referenza per  le vaccinazioni dei villaggi limitrofi.
Da agosto 2014 è attiva la maternità di  Tlabougou dove nascono una media di 40 bambini l’anno. La struttura funge anche da centro di referenza per le vaccinazioni dei villaggi vicini.

Le tre strutture sono state inserite nel circuito sanitario nazionale.

Puoi partecipare al programma Maternità Protetta donando € 40,00 per finanziare la mensilità di una levatrice oppure qualunque altra cifra tu desideri, attraverso questi sistemi di pagamento:

Oppure, specificando nella causale “Maternità Protetta”, puoi effettuare un versamento tramite:

  • Bonifico bancario sul conto corrente IBAN: IT31I0760103000000014960066 intestato ad “Baobab Perugia ODV Perugia”;
  • Bollettino postale sul c.c. n. 14960066 intestato ad “Baobab Perugia ODV Perugia”.

Per versamenti dall’estero ricordati di utilizzare il BIC: BPPIITRRXXX