La nostra storia

Icon Heading

I primi interventi

1995

Avvio del progetto di  sostegno scolastico a distanza in 4 scuole primarie (Markala, Thio, Sarkala, Témou) della regione di Ségou in Mali;

2000

Estensione del sostegno scolastico ad altre 4 scuole primarie della stessa regione (Welentiguila, Dougouba, Point A, Diamouna). Il progetto è tutt’ora attivo con il sostegno di una media di 180 bambini/anno;

2003

Realizzazione di un pozzo presso la scuola primaria di Rail (regione di Ségou);

2004

Creazione di un’aula informatica (6 notebook + 2 stampanti) presso la scuola secondaria di Se Dembelé di Markala.

Aiutaci ad aiutarli

Icon Heading

Baobab Onlus di Perugia, iscritta con D.P.G.R. n. 447/96 al n. 269 del Registro regionale delle associazioni di volontariato dell’Umbria, è nata nel 1995 a Perugia da un piccolo gruppo di persone sensibili che si sono avvicinate alle problematiche dei Paesi più poveri grazie al contatto diretto con alcuni immigrati maliani particolarmente sensibili alla situazione economica e sociale del loro paese di origine.

Grazie anche all’appoggio di molte persone sensibili a livello locale, oggi possiamo contare su una rete efficiente di collaboratori esperti e fidati nei luoghi dove operiamo che negli anni ci hanno consentito di fare crescere e rendere stabile la nostra attività.

Anno dopo anno

2006

Realizzazione di 2 infermerie, 2 orti e 2 pozzi, presso le scuole primarie di Témou e Thio. Distribuzione di 600 zanzariere impregnate per la profilassi della malaria. Fornitura di 10.000 euro di farmaci e presidi sanitari alle 8 scuole dove operiamo. I farmaci (in particolare antimalarici e per la cura delle affezioni gastro-intestinali) vengono gestiti direttamente dai direttori scolastici opportunamente formati;

2007

Fornitura di 12.000 euro di derrate alimentari per aiutare i bambini da noi sostenuti ad affrontare la grave fase di carenza alimentare dovuta ad una severa siccità, stimata come la più grave dal 1973. Attivazione di una borsa di studio per consentire ogni anno a 30 allievi di continuare il percorso formativo nei 3 anni del secondo ciclo e successivamente nel liceo;

2008

Avvio di un progetto per il sostegno di un gruppo di donne di Diamarabougou (comune di Markala) che in cambio della dotazione di attrezzature e materiali per la coltivazione degli orti comuni, si impegnano a consentire alle loro figlie femmine di frequentare la scuola;

2009

Fornitura di 8.500 euro di derrate alimentari per aiutare i bambini da noi sostenuti ad affrontare una nuova grave fase di carenza alimentare.

Un passo dopo l'altro

2010

Costruzione di due punti nascita per garantire alle donne dei villaggi di Diamouna e Dougouba di partorire in condizioni di igiene e sicurezza sanitaria. Le strutture, gestite direttamente dal Centro di salute comunitaria di Markala, sono divenuti anche punti di referenza per le vaccinazioni dei bambini dei villaggi limitrofi;

2012

Donazione di 4.000 quaderni ai bambini profughi della guerra scaturita dall’attacco “jihadista”. Fornitura di 8.000 euro di derrate alimentari per aiutare i bambini da noi sostenuti ad affrontare una nuova grave fase di carenza alimentare;

2014

Costruzione di un’infermeria nel villaggio di Sékoto, regione di Kayes. Costruzione di un punto nascita nel villaggio di Tlabougou (regione di Ségou). Fornito 14,5 tonnellate di miglio e riso ai bambini in sostegno per aiutarli in un’annata caratterizzata da una grave siccità;

2015

Realizzazione di un pozzo presso la scuola primaria di Koke (regione di Ségou);

2016

Nonostante la perdurante situazione di confusione socio politica, stiamo lavorando con le scuole per garantire il sostegno scolastico ai bambini con la fornitura di 3.000 euro di materiale scolastico e il finanziamento della borsa di studio.

2017

Anche quest’anno abbiamo finanziato il sostegno dei bambini con l’acquisto di 3.000 euro di materiale scolastico e 2.500 di borsa di studio. Inoltre abbiamo fornito 10.000 euro di farmaci e presidi sanitari alle nostre strutture. Abbiamo potenziato l’infermeria di Sekoto anche con l’acquisto di un frigorifero per farmaci e vaccini. Infine abbiamo costruito un nuovo pozza presso la scuola di Tèmou, in sostituzione del vecchio ormai ammalorato.